Il progetto

LE ORIGINI – Il Pescara Liberty Festival è nato come una novità assoluta, frutto di un connubio: l’estro e l’esperienza del compositore Sergio Rendine, che ne firma la direzione artistica, e la lungimiranza e sensibilità del sindaco Carlo Masci, che ne ha sostenuto da subito la realizzazione. Il festival ha ottenuto da subito anche il sostegno della Regione Abruzzo.

In principio era stato ideato come una maratona Liberty nella pineta incantata – questo il tema originario della prima edizione 2021. Dopo i dolorosi fatti di cronaca (il vasto incendio di agosto), il festival è diventato un grido di pace in onore del polmone verde della città, così duramente colpito dalle fiamme. Si è poi dovuto spostare all’interno dell’Aurum, non lontano dalla pineta e centro culturale polifunzionale.

Le star della prima edizione sono state Katia Ricciarelli e Daniela Mazzucato, che si sono esibite rispettivamente con “L’Opéra in racconto – La Bohème” e il “Gran Galà dell’operetta” fondamentali per immergersi in quell’atmosfera tra il XIX e il XX secolo, periodo di massima fioritura dello stile Liberty.

In programma anche Nando Citarella con il suo “Café chantant”, “Belle Epoque e polvere da Sparo” con Margherita Di Rauso e Lello Giulivo e il sassofonista Mimmo Malandra con il quartetto parigino per un omaggio a Satie. Una settimana di concerti con cinque ore no-stop di musica ogni sera, dalle 20.30 all’ 1.30 di notte. Ingresso gratuito.

La seconda edizione si svolgerà dal 24 al 30 luglio 2022, sempre all’Aurum. Vi aspettiamo!